DOMENICA, SALTIMBOCCA ALLA ROMANA

DOMENICA, SALTIMBOCCA ALLA ROMANA

Detti romani

saltimbocca,pasta, pasta fresca, pasta all'uovo, melocucinodame, melocucinodame, cuoco, cucinare

Se è vero quanto scritto per il sabato trippa, oggi in una splendida domenica ci dedichiamo alla carne.

 

Un'ottima ricetta classica romana, facile, veloce e veramente gustosa per gli amanti di questo cibo.

 

Prima però altre curiosità, di detti romani sempre riferentesi al cibo.

 

E’ mejo che la panza mia crepi che la grazzia de Dio se sprechi

 

Panza mia fatte capanna Se campa na vorta sola

 

Chi magna da solo se strozza

 

Se magna pe campà no pe crepà Chi beve pe’ magnà magna pe vive

 

A la braciola la graticola, ar fritto la padella Noci e pani pasto da sovrani

 

Pane d’un giorno e vino d’un anno

 

Magna quer che voi e spenni quer che poi

 

Co li broccoli ce vo’ l’aringa

 

Chi cià er pepe lo mette alle rape, chi nun ce l’ha le magna sciape

 

 

La bbona famijja

saltimbocca, pasta fresca, melocucinodame, melocucinodame, pasta all'uovo, cuoco, cucinare,corsi cucina

Abbiamo iniziato questo viaggio insieme con una splendida poesia di Trilussa, oggi voglio deliziarvi con un altro grande poeta romano Giuseppe Gioacchino Belli

 saltimbocca alla romana, 

LA BBONA FAMIJJA

Mi’ nonna a un’or de notte che vviè Ttata Se leva da filà, ppovera vecchia,

 

attizza un carboncello, sciapparecchia, e mmaggnamo du’ fronne d’inzalata.

 

Quarche vvorta se fâmo una frittata, che ssi la metti ar lume sce se specchia

 

come fussi a ttraverzo d’un’orecchia: quattro nosce, e la scena è tterminata.

 

Poi ner mentre ch’io, Tata e Ccrementina seguitamo un par d’ora de sgoccetto,

 

lei sparecchia e arissetta la cuscina. E appena visto er fonno ar bucaletto, ’na

 

pissciatina, ’na sarvereggina,

 

e, in zanta pasce, sce n’annamo a letto.

 

28 novembre 1831

 

Una poesia simpatica e al tempo stesso forte che esprime in rima lo stato della povertà di quel tempo.

 

Ricetta saltimbocca alla romana

pasta,pasta fresca,melocucinodame,melocucinodame,daniele vacchio,cucina,cuoco,pasta all'uovo

Ingredienti

 

Comprate in numero pari a seconda di quante fettine vogliate fare

fettine di vitello

 

fette di prosciutto crudo

 

foglie di salvia

 

10 grammi di burro per ogni fettina

 

1/2 bicchiere di vino bianco per sfumare

 

sale pepe

 

Preparazione

 

Si comincia con il battere la carne con il batticarne.

 

Quindi si adagia sopra ogni fettina una fetta di prosciutto crudo ed una foglia di salvia ben lavata fermando il tutto con uno stuzzicadenti.

 

Nel frattempo facciamo sciogliere il burro e si soffriggono i saltimbocca un paio di minuti per lato quindi si sfuma con del vino bianco e si lascia cuocere.

 

A questo punto aggiustiamo di sale e pepe e si servono bagnati del sughetto di cottura.

 

Un consiglio, visto che la cottura della vitella è molto rapida, preparare la carne e servirla subito

 

Buona prosecuzione del viaggio nelle ricette romane con Melocucinodame.

 

NB se vuoi vedere le ricette già pubblicate su questo argomento clicca su tag "romamia"

 

un abbraccio Daniele

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *