FAGIOLI CON LE COTICHE

FAGIOLI CON LE COTICHE

Un giorno da leone...di Aldo Fabrizi

 

Aprire un nuovo articolo con una poesia di Fabrizi che dire, me mette na fame...

 

Un giorno da leone di Aldo Fabrizi

 

Quanno la cinquantina è superata,

 

s’ammonisce la massima attenzione,

 

leggero a cena, niente a colazione

 

e l’ottantina è quasi assicurata.

 

Ma oggi che se campa a la giornata,

 

chi la rispetta più st’ammonizione?

 

E’ mejo vive un giorno da leone

 

che trent’anni da pecora affamata.

 

Chi conta li bocconi e le bevute

 

e se controlla da mattina a sera,

 

finisce pè fregasse la salute.

 

E poi je po’ succede, sarvognuno,

 

che, nun sia mai, rischioppa n’antra guera,

 

arischia pure de morì a digiuno!

 

Ricetta e preparazione

 

La cotica è  la pelle del maiale, la cotenna, uno dei pezzi del famoso quinto quarto quello che si dava ai lavoranti nei mattatoi insieme alla paga, quindi frattaglie, code, orecchie, zampe etc…

 

Così nasce anche questo piatto da un taglio di scarto che poi diviene l’ingrediente fondamentale di un noto piatto romano.

 

Ingredienti

 

400 grammi di fagioli bianchi secchi

 

150 grammi di cotica di maiale

 

1 cucchiaio di olio

 

50 grammi di grasso di prosciutto

 

1 spicchio di aglio

 

prezzemolo

 

1 cipolla bianca

 

500 grammi di pelati

 

sale

 

pepe

 

Preparazione

 

Lasciar riposare una notte i fagioli a bagno nell’acqua quindi scolarli, sciacquarli e lessarli in acqua per 2 ore o finchè siano morbidi.

 

Quindi con una lama sottile ed affilata si sgrassa la cotenna, occorre sciacquarla e scottarla per 5-6 minuti in acqua bollente

 

Quindi si taglia a striscioline e la si mette a cuocere in acqua non salata per un’ora anche questa come i fagioli deve risultare morbida.

 

Quando sono pronti sia i fagioli sia la cotenna, fate soffriggere in un tegame un trito di cipolla, grasso di prosciutto, aglio e olio.

 

Quando il tutto è appassito unite i pelati schiacciati e lasciate cuocere un quarto d’ora.

 

Unitevi i fagioli e le cotiche aggiustate di sale e pepe e continuate la cottura per almeno 40 minuti diluendo con acqua se si restringe troppo.

  

Buon piatto con MelocucinodaMe

 

Un abbraccio Daniele

 

NB se vuoi vedere le ricette già pubblicate su questo argomento clicca su tag "romamia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *