FETTINE PANATE ALLA PARMIGIANA

FETTINE PANATE ALLA PARMIGIANA

Un ricordo di Flora

 

Flora Massari, mia nonna.

 

Ieri, chiacchierando in palestra con altri amici, mi è tornata alla mente mia nonna.

 

Mi sono ricordato di quando da piccolo dovevo andare in gita con la scuola e lei, di mattina presto, mi preparava i panini per il pranzo al sacco.

 

Di solito il panino era con la fettina panata, panatura fantastica e intrisa di olio.

 

Difatti lo incartava in tre strati di pellicola proprio per evitare che l'unto fuoriuscisse nello zaino.

 

Un altro ricordo sempre legato a questa portata viaggia parallelamente alla complicità che avevamo .

 

Quando faceva le fettine panate a casa, sapendo che io le adoravo e sapendo che mia madre non voleva che ne mangiassi troppe, sistemava il mio piatto in cucina in questo ordine: due fettine panate di base, due sopra a coprire le precedenti e un po' di insalata a creare disordine visivo.

 

Che mangiate!!!

 

Io e mia nonna avevamo un bel rapporto, mi ha cresciuto lei visto che per lavoro i miei genitori dovevano uscire la mattina presto e tornavano il tardo pomeriggio.

 

Eravamo legati e molto complici.

 

Mia nonna morí un lontano 22 gennaio, il giorno del mio compleanno come a lasciare un promemoria di non dimenticarla.

 

Per questo ho voluto dedicare questa pagina a lei, anche se la ricetta è stata rivisitata su consiglio di amici, trasformandola in una parmigiana.

 

 

Ingredienti e preparazione

 

INGREDIENTI

 

1/2 kg di fettine di girello a fette

 

300 gr di passata di pomodoro

 

250 gr di fiordilatte tritato

 

100 gr di parmigiano reggiano

 

2 uova

 

pangrattato 

 

sale

 

olio per friggere

 

5 foglie di basilico

 

PREPARAZIONE

 

Iniziamo con il prendere una fettina alla volta, la puliamo di possibili grassetti presenti lungo il bordo e pratichiamo delle piccole incisioni a croce lungo il bordo.

 

Sistemata la carne prendiamo una ciotola e sbattiamo l'uovo.

 

In un vassoio o in un piatto piano versiamo il pangrattato.

 

In una padella capiente versiamo l'olio per friggere per uno spessore di almeno 2 cm, la mettiamo sul fuoco e aspettiamo alcuni minuti affinché l'olio si scaldi.

 

Per vedere se l'olio di cottura è caldo al punto giusto prendiamo una pizzico di pangrattato e lo gettiamo dentro, se frigge subito ci siamo altrimenti aspettate qualche altro minuto e ripetete la prova.

 

Nel frattempo preriscaldate il forno statico a 150 C e preparate una teglia da forno con la carta e da un altra parte un vassoio con la carta per fritti.

 

Ora che l'olio è pronto eseguite i prossimi passaggi per ogni fettina.

 

Ne prendete una la immergete nell'uovo, quindi nel pangrattato e la adagiate da una parte.

 

Finito il passaggio per tutti i pezzi di carne, ripetete di nuovo il passaggio nell'uovo e nel pangrattato creando così una doppia panatura.

 

Mettete a friggere ogni fettina nell'olio girandole prima da una parte e poi dall'altra.

 

Sgocciolarle e metterle a riposare nel vassoio.

 

Trasferitele ora nella teglia da forno la carne adagiandola una di fianco all'altra.

 

Sistemare su ogni fettina due cucchiai di passata di pomodoro, la mozzarella grattugiata e il basilico.

 

Infornate per il tempo di fare sciogliere la mozzarella.

 

Quindi sfornate e mettete il parmigiano.

 

Servitele belle calde.

 

Buon appetito da Melocucinodame  

 

grazie Daniele

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *