SPAGHETTI ALLA PUTTANESCA

SPAGHETTI ALLA PUTTANESCA

La puttanesca

 

La ricetta delle penne alla puttanesca fa parte di quelle ricette la cui origine è senz’altro meridionale ma per lo più affidata alla leggenda o alle dicerie popolari poiché vi sono vari ipotesi sulla sua nascita.

 

Le penne alla puttanesca sono un piatto molto diffuso nella Capitale ma probabilmente affondano le radici nel città partenopea in cui sarebbero nati gli spaghetti alla puttanesca.

 

Si crede, in particolare, che sia un piatto nato ad Ischia fra il 1961 ed il 1971 anni in cui viene citato in romanzi e ricettari, secondo ipotesi più mirate la pasta alla puttanesca sarebbe nata nel locale “Rancio Fellone” di tale Sandro Petti che a tarda ora ricevette degli avventori ma constatò di non avere quasi nulla in dispensa; gli avventori avrebbero replicato che si sarebbero accontentati di “una puttanata qualsiasi” e da qui la ricetta.

 

Altra versione ci viene fornita da un grande interprete, Mister Nino Manfredi.

 

Difatti nel 1982 Giulio Parisi, nel suo film Spaghetti House, racconta un fatto di cronaca realmente accaduto a Londra in un ristorante italiano.

 

Spaghetti house

 

A fine serata Nino Manfredi si dedica a una puttanesca da far resuscitare i morti: un po’ per nostalgia e un po’ per dimenticare le richieste strane dei clienti inglesi, che chiedono spaghetti scotti e conditi con la marmellata

 

vi riporto di seguito il link alla scena del film in cui Manfredi stesso dice che "la posta se n'gravida"

 

Link Spaghetti house

Ricetta e preparazione

 

Ingredienti

 

400 gr. di spaghetti 

 

1 cucchiaio di capperi sotto sale o sott’aceto

 

2 cucchiai d’olio d’oliva

 

250 gr. di olive nere denocciolate

 

1 spicchio d’aglio

 

mezza bottiglia di passata di pomodoro

 

due cucchiai di prezzemolo tritato

 

Peperoncino 

 

Preparazione

 

Prendete un tegame capiente, quindi versateci dentro i due cucchiai d’olio d’oliva e lo spicchio d’aglio mondato e provato dell’anima .

 

Fatelo soffriggere a fiamma bassa finchè sia dorato, quindi rimuovetelo e versate nell’olio le olive nere tagliate a rondelle o intere.

 

Girate con un mestolo di legno e dopo un minuto alzate la fiamma e versate la salsa di pomodoro.

 

Prendete i capperi lavateli se sono sotto sale o strizzateli se sono sott’aceto e uniteli alla salsa.

 

Mescolate il tutto e aggiungete qualche pizzico di peperoncino  

 

Coprite e fate cuocere a fiamma bassa per almeno quaranta minuti.

 

In un tegame a parte fate bollire l’acqua e lessate gli spaghetti

 

Scolatele quindi al dente ed unitele alla salsa.

 

Completate il piatto spolverando con il prezzemolo fresco.

Buon primo piatto con MelocucinodaMe

 

Un abbraccio Daniele

 

NB se vuoi vedere le ricette già pubblicate su questo argomento clicca su tag "romamia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *