Posts Tagged “vegano”

MELANZANE A SORPRESA

MELANZANE A SORPRESA

Curiosità sulle melanzane

melanzana, melanzana, melocucinodame, melocucinodame involtini, 

La melanzana è originaria dell'India.

 

Sebbene esistano innumerevoli documenti che dimostrano la coltivazione della melanzana nell'area del sudest asiatico sin dalla preistoria, sembra che in Europa fosse sconosciuta fino al sedicesimo secolo.

 

La diffusione in Europa di nomi derivati dall'arabo e la mancanza di nomi antichi latini e greci indicano che fu portata nell'area mediterranea dagli arabi agli inizi del Medioevo.

La melanzana cruda ha un gusto amaro che si stempera con la cottura , che rende inoltre l'ortaggio più digeribile e ne esalta il sapore.

 

D'altra parte, la melanzana ha la proprietà di assorbire molto bene i grassi alimentari, tra cui l'olio, consentendo la preparazione di piatti molto ricchi e saporiti.

 

Per questi motivi la melanzana viene consumata preferibilmente cotta. La normale cottura non è in grado di eliminare del tutto la solanina, che si degrada completamente a temperature molto più alte (circa 243 °C); ciò però non è un problema, perché nella melanzana il contenuto di solanine (α-solanina, solasonina e solamargina) è pari a 9–13 mg/100 g di peso fresco, ben al di sotto della quantità ritenuta accettabile per gli ortaggi (20–25 mg/100 g di peso fresco).

La melanzana è ricca di sali minerali e vitamine, soprattutto del gruppo B e C.

 

Dal basso contenuto nutrizionale, è povera di calorie e ricca di acqua.

 

Facilita quindi la diuresi ed è un ottimo coadiuvante delle funzionalità del fegato.

Alcune preparazioni

Pasta fredda 

  • polpette-di-melanzane-e-peperoni
  • lasagne-di-melanzane-grigliate
  • pasta-alla-norma-nella-melanzana immagine
  • hamburger-di-melanzane
  • parmigiana-di-melanzane-classica-al-basilico
  • melanzane-ripiene-di-trofie
  • melanzane-al-forno-al-ragu
  • parmigiana-di-melanzane-leggera
  • foto melanzane-ripiene-alla-napoletana

    ricette varie

 

Melanzane a sorpresa

 

Vi ho dato alcune curiosità, vi ho riportato alcune ricette con il  link diretto, ora vi indico la mia ricetta sfiziosa

 

INGREDIENTI E PREPARAZIONE

Non so quanti di voi abbiano un padre fissato con il piccolo orto domestico, il mio lo e'

 

Ogni anno, per fortuna, pianta una gran serie di piante di melanzane e quando arriva il grande caldo di luglio producono cassette intere di questo vegetale.

 

Una bella sfida iniziare a cuocerle neo modi piu disparati.

 

Alcuni li abbiamo visti sopra, altri li vedremo strada facendo, oggi vi voglio proporre degli involtini di melanzane che ho chiamato a sorpresa creati appositamente per mia moglie e mia figlia che preferiscono il veg alla carne.

 

Difatti con questa ricetta avrete il giusto apporto sia di fibre che di proteine.

 

INGREDIENTI

 

2 melanzane

 

240 g di ceci (potete utilizzare quelli in scatola gia lessati) (v link prodotto e mail)

 

1 cipolla di tropea abbastanza grande

 

4 pomodori san marzano tagliati a dadini e privati dei semi

 

100 g di olive taggiasche denocciolate

 

50 g di feta

 

100 ml di brodo vegetale (fare link come si fa)

 

3 foglie di menta tritate

 

olio evo, sale e pepe rosa

 

PREPARAZIONE

 

Tagliare le melanzane a fettine sottili per il lungo utilizzando un pelapatate, posizionarle in uno scola pasta e spolverizzarle con del sale grosso per almeno 30 minuti

 

quindi sciacquare e asciugare con cura

 

Prendere la cipolla, tagliarla finemente e sbiondirla in un tegame con dell'olio, unire quindi i ceci e il brodo caldo e cuocere a fuoco alto fino ad evaporazione del brodo.

 

Versare tutto in un frullatore e aggiungere i pomodori e le olive e tritare grossolanamente

 

Unire in una ciotola il trito con la feta sbriciolata e la menta.

 

Disporre ora le fette di melanzane su un piano e mettete a scaldare sul fuoco una piastra o una griglia

 

Spennelliamo le fette con l'olio, farciamo con il ripieno preparato, arrotoliamo gli involtini, chiudiamo con degli stecchini e li passiamo sulla piastra per 5 minuti girando di tanto in tanto.

 

Non appena le melanzane saranno cotte, poniamole in un vassoio, eliminiamo gli stecchini e serviamo

 

Buona cena con MelocucinodaMe

 

Un abbraccio Daniele

Linguine al farro con pesto alla genoveg

Linguine al farro con pesto alla genoveg

Passeggiata panoramica sopra Chiavari

 

Cosa c'è di meglio, dopo una lunga giornata di corso, di una bella passeggiata sulle colline che circondano Chiavari.

 

http://www.comune.chiavari.ge.it

 

Fermarsi a guardare il mare e i suoi colori da lassù ti lascia senza parole.

 

E che dire delle verdi colline che la circondano e fanno da cornice ad un piccolo e solitario momento di poesia.

 

I profumi della Liguria sono infiniti.

 

I profumi dei cibi sono quelli che mi interessano di più, cosi mentre scrivo queste righe e completo la ricetta di oggi, sgranocchio un'ottima farinata

 

Che cosa è? Continua a seguirmi 

 

 

Ingredienti e preparazione per il pesto

 

INGREDIENTI

 

dosi per 150 ml

 

1. 75 gr foglie di basilico

 

2. 100 ml di olio

 

3. 1 spicchio di aglio schiacciato e privato dell'anima

 

4. 1 cucchiaio di pinoli tritati

 

5. 2 cucchiai di parmigiano Veg

 

6. sale

 

PREPARAZIONE

 

Versiamo tutti gli ingredienti, ad esclusione dell'olio, in un recipiente a frulliamo tutto utilizzando un minipimer

 

Quindi aggiungiamo l'olio a filo continuando a frullare

 

Il pesto fresco si mantiene in frigorifero per circa 4 gg

 

Ingredienti e preparazione per le linguine al farro

 

INGREDIENTI

 

500 gr di farina di farro

 

160 gr di acqua 

 

farina di riso per spolverare

 

PREPARAZIONE

 

Mettiamo in una ciotola capiente la farina, aggiungiamo l'acqua a filo iniziando ad impastare.

 

All'inizio vi potrà sembrare che il nostro impasto non leghi per bene, che sia troppo "sbriciolone", non vi preoccupate

 

Una volta terminata l'acqua infarinate - sempre con la farina di farro - un tavolo da lavoro.

 

Rovesciateci sopra il contenuto della ciotola e impastate per bene, nel caso dovesse servire aggiungete un filo di acqua

 

Ora con il matterello stendete bene la sfoglia dandogli lo spessore di una linguina.

 

Spolverate la sfoglia con la farina di riso e arrotolata su stessa e utilizzando un coltello tagliate delle girelle dello spessore di 1/2 cm

 

Ora srotololatele e ripiegandole su stesse formate dei nidi (v foto) e adagiatele in un vassoio con la farina di riso

 

A questo punto prendete una bella pila di acqua, portatela ad ebollizione e cuocete per le linguine per 3 minuti, scolate e mantecate a freddo con il pesto.

 

Buona cena e anche stasera potete dire MelocucinodaMe

 

un abbraccio Daniele

 

Go Top